Giovedì 18 ottobre 2018 si terrà, presso il Cnel (sala Parlamentino di Villa Lubin – viale Davide Lubin 2) un convegno di studi dal titolo: “Un secolo di sindacato dei lavoratori. La Confederazione Italiana dei Lavoratori (CIL) – 1918-2018”. Nell’attuale momento storico, conoscere meglio quell’esperienza significa rafforzare l’impegno a riaffermare i propri valori, la propria identità, il proprio ruolo nell’interesse dei lavoratori e per il bene comune.

Giovedì 18 ottobre 2018 si terrà, presso il Cnel (sala Parlamentino di Villa Lubin in viale Davide Lubin 2), un convegno di studi dal titolo: “Un secolo di sindacato dei lavoratori. La Confederazione Italiana dei Lavoratori (CIL) – 1918-2018”.

Ricordare la CIL significa mettere in dubbio il mito di una storia sindacale operaista in cui non c’è spazio per la coraggiosa dedizione della Confederazione «bianca» e dei suoi uomini nel tutelare i lavoratori e la loro libertà negli anni che hanno preceduto il fascismo.

I suoi massimi dirigenti si chiamavano Giovanni Battista Valente (fondatore e primo segretario), Giovanni Gronchi (poi diventato Presidente della Repubblica). Con loro, Achille Grandi, firmatario del Patto di Roma (1944), fondatore delle Acli, padre nobile della CISL. Al loro fianco, i tanti militanti che seppero contrastare prima il rivoluzionarismo e poi l’avanzata della dittatura fascista. La CIL ha contribuito a far uscire dalla marginalità il cattolicesimo sociale e a dare nuove prospettive all’azione sindacale nel nostro paese.

Nell’attuale momento storico, conoscere meglio quell’esperienza significa rafforzare l’impegno a riaffermare i propri valori, la propria identità, il proprio ruolo nell’interesse dei lavoratori e per il bene comune.

 

Programma

Ore 10.00 – 13.30

Saluti istituzionali

Tiziano Treu, Presidente CNEL

Giuseppe Gallo, Presidente Fondazione Tarantelli – Centro Studi Ricerca e Formazione

Apertura e coordinamento dei lavori

Pino Acocella, Università degli Studi di Napoli Federico II

 

 

Relazioni

Guido Formigoni, Università IULM, Milano

I cattolici italiani nella crisi del primo dopoguerra

Maurilio Guasco, Università del Piemonte orientale

La fondazione della CIL, da Valente a Grandi

Aldo Carera, Università Cattolica del Sacro Cuore

La confederalità: i principi, il metodo

Fabrizio Loreto, Università degli Studi di Torino

Il pluralismo sindacale dopo il 1918

Roberto Violi, Università degli Studi di Cassino e del Lazio meridionale

La CIL nel Mezzogiorno

 Paolo Trionfini, Università degli Studi di Parma

La segreteria Grandi e il tramonto della CIL tra pressione del fascismo e distacco del mondo

cattolico

 

Conclusioni

Pino Acocella, Università degli Studi di Napoli Federico II

 

Buffet

 

Interverranno:

Raffaele Cananzi, Presidente del Consiglio scientifico ISACEM

Piero Ragazzini, Segretario confederale CISL

Roberto Rossini, Presidente nazionale ACLI

 

Il convegno è promosso: dall’Archivio per la storia del movimento sociale cattolico in Italia “Mario Romani”, l’Istituto per la storia dell’Azione Cattolica e del movimento cattolico in Italia “Paolo VI” (ISACEM), la Fondazione Tarantelli Centro Studi Ricerca e Formazione, la Fondazione Achille Grandi, la Fondazione Giulio Pastore e la Fondazione Vera Nocentini.

Tags:
Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
PIPPO

FACEBOOK

© 2008 - 2024 | Bene Comune - Logo | Powered by MEDIAERA

Log in with your credentials

Forgot your details?