|

Sabato 13 ottobre, alle ore 18:00, presso l’Hotel Divino Amore – Casa del Pellegrino, via del Santuario 80 (Ardeatina km 12) – si terrà il seminario, organizzato dalle Acli nazionali, “le ACLI ricordano Paolo VI, il Papa del Concilio che amava il mondo del lavoro”. Un momento di memoria e riflessione sulla figura di Paolo VI che vuole preparare gli aclisti presenti alla canonizzazione di Papa Montini che avverrà, domenica 14 ottobre, a San Pietro

Sabato 13 ottobre, alle ore 18:00, presso l’Hotel Divino Amore – Casa del Pellegrino, via del Santuario 80 (Ardeatina km 12) – si terrà il seminario, organizzato dalle Acli nazionali, “le ACLI ricordano Paolo VI, il Papa del Concilio che amava il mondo del lavoro”. Un momento di memoria e riflessione sulla figura di Paolo VI che vuole preparare gli aclisti presenti alla Sua canonizzazione che avverrà, domenica 14 ottobre, a San Pietro.

Come noto il rapporto tra le Acli e Paolo VI inizia prima che monsignor Montini salisse al soglio di Pietro. Già fin dal suo servizio in Vaticano come Sostituto della Segreteria di Stato sotto il pontificato di Pio XII, mons. Montini guarda con attenzione a ciò che la società italiana e la Chiesa stanno realizzando per rispondere ai gravissimi problemi causati dal tragico secondo conflitto mondiale.

Nel corso del suo pontificato non dimentica mai di rivolgersi ai lavoratori e aclisti. Ad esempio, rivolgendosi ai partecipanti al IX Congresso Nazionale di Gioventù Aclista (5/01/1965), si sofferma sulla loro condizione di giovani lavoratori affermando: “Essere Lavoratore è già un titolo di serietà, è una qualifica rispettabile, anzi un merito ed un onore. Essere Lavoratori vuol dire che prendete la vita sul serio, che sapete che cosa è il dovere, conoscete il valore del tempo, del denaro, della fatica”.

La storia del rapporto tra le Acli e Paolo VI, che possiamo definire quasi come “filiale”, attraversa negli anni ’70 un momento di grande difficoltà in seguito all’avvicinamento ai valori socialisti, sfociato nell’adesione del suo ex presidente Livio Labor al partito socialista.

Il trauma è tale da portare la Cei a disconoscere le Acli come movimento ecclesiale. “Noi abbiamo visto con rammarico il recente dramma delle Acli e cioè abbiamo deplorato, pur lasciando piena libertà, che la direzione delle Acli abbia voluto mutare l’impegno statutario del movimento e qualificarlo politicamente, scegliendo per di più una linea socialista”, disse il Papa in occasione dell’assemblea dei vescovi italiani, il 19/06/1971, con parole che esprimevano il suo dolore.

Nonostante le difficoltà e momentanee divergenze causate da momenti storici complessi, il legame e l’affetto tra le Acli e Paolo VI è sempre stato molto forte. Fino ai nostri giorni e alla grande festa per il Papa Santo che si celebrerà domenica.

Programma

Ore 17.30 – Arrivo partecipanti
ore 18.00 – Inizio lavori

Relazione introduttiva

Carlo Felice Casula, storico

Interventi

Don Giovanni Nicolini, Assistente spirituale Acli
Domenico Rosati, politico ex Presidente Acli
Emilio Gabaglio, politico ex Presidente Acli
Roberto Rossini, Presidente nazionale Acli

Modera

Annachiara Valle, Famiglia Cristiana

ore 19.30 – Fine lavori

Tags:
Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
PIPPO

FACEBOOK

© 2008 - 2024 | Bene Comune - Logo | Powered by MEDIAERA

Log in with your credentials

Forgot your details?