La storia che ha portato alla nascita di Gioventù Aclista, come si evince dalle pagine di questo e-book, è un racconto articolato ed intenso, che ha portato i Giovani aclisti ad emanciparsi riuscendo a ricavare una propria dimensione. Una storia che si che si sovrappone in modo evidente a quella del Paese

La storia che ha portato alla nascita di Gioventù Aclista, come si evince dalle pagine di questo e-book, è un racconto articolato ed intenso, che ha portato i Giovani aclisti ad emanciparsi riuscendo a ricavare una propria dimensione. Una storia che si che si sovrappone in modo evidente a quella del Paese.

Gioventù Aclista nasce alla fine del 1948, un anno decisivo per la storia democratica del nostro paese: l’entrata in vigore della Costituzione Italiana, le elezioni politiche che costituirono il primo parlamento repubblicano, la dichiarazione dei diritti universali a Parigi.

I Giovani delle ACLI oggi e Gioventù Aclista ieri rappresentano una cartina al tornasole affidabile sullo stato di salute del dibattito pubblico e della democrazia nel nostro paese e, oltre a questo, uno specchio dell’attitudine dei giovani nei confronti della politica e della questione sociale.

La lettura del passato anche rispetto ai modelli organizzativi, è inutile se non è parametrata al contesto storico: se le ideologie vent’anni più tardi alimentarono l’associazione di voglia di partecipazione e protagonismo, gli ultimi venti anni sono stati quelli delle “passioni fredde” a cui i ragazzi hanno preferito percorsi personali a quelli collettivi.

Rimane un valore fondamentale per i GA quello di andare controcorrente. Come allora, la formazione, l’approfondimento e la comprensione delle dinamiche globali rimangono la priorità e i nuovi strumenti di comunicazione, nelle giuste mani, ci aiutano a sviluppare sempre più una comunità lontana ma sempre vicina e che non perde mai la speranza.

Scarica l’e-book: 1945-1948 Gioventù delle Acli

Tags:
Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
PIPPO

FACEBOOK

© 2008 - 2024 | Bene Comune - Logo | Powered by MEDIAERA

Log in with your credentials

Forgot your details?