Chiudi questa finestra


Non gioco più...

Cittadini mobilitati contro il gioco d'azzardo

Numero 4/2014

Diverso come me

Lo straniero è qualcosa d'Altro?

Numero 3/2014

Che Casinò!

Quando l'economia è ridotta a un casinò vuol dire che le cose non vanno affatto bene (J.M. Keynes)

Numero 2/2014

Stato di necessità: accampato su una fiat 500

Stato di necessità

Lo Stato italiano non dispone ancora di una misura di contrasto della povertà

Numero 1/2014

Del Porcellum non si butta via niente

Riflessioni sulla legge elettorale

Numero 0/2013

 
In rete

Intervista a Jean-Paul Fitoussi

 

Cosa dice la Pasqua al mondo d'oggi?

Mauro Meruzzi 17/04/2014

Gesù risorto non viene riconosciuto subito perché è molto più di uno che ritorna in vita, è colui che apre le porte del futuro. Celebrare oggi la morte e la risurrezione di Gesù vuol dire rendersi disponibili a nuove possibilità, aprire nuove frontiere, abbattere muri. Entrare in un mondo rinnovato.

Lavoro dignitoso (decent work)

Andrea Casavecchia14/04/2014

Il lavoro dignitoso non è un concetto astratto né ideologico, ma l’obiettivo di un percorso concreto per garantire una vita buona alle persone. Deregolamentazione del mercato del lavoro, mancanza di occupazione e precarietà, disuguaglianza retributiva finiscono per essere i presupposti dell’assenza di un lavoro dignitoso, perché rendono gli uomini e le donne socialmente vulnerabili

Mauro Pini, febbre d'azzardo

Fabio Cucculelli 14/04/2014

Il gioco d’azzardo è una pratica apparsa fin dai primordi della storia. Si tratta di un fenomeno complesso che necessita di uno studio multidisciplinare per essere pienamente compreso. È questa la tesi sostenuta dall’autore che raccoglie i principali risultati delle ricerche antropologiche ed etnografiche realizzate per analizzare la nascita e la diffusione di questa "febbre".

Scrivete alla redazione per tutto ciò che manca, che vorreste cambiare, che vorreste dire

Jean-Paul Fitoussi "Siamo ancora in democrazia?"

Lo scorso 10 aprile nella basilica di San Giovanni in Laterano, l'economista Jean-Paul Fitoussi e il Vescovo di Trieste Mons. Crepaldi hanno concluso i tradizionali dialoghi in cattedrale, organizzati dalla diocesi di Roma, confrontandosi sul numero 205 dell'Evangelii Gaudium che recita: «La politica, tanto denigrata, è una vocazione altissima, è una delle forme più preziose della carità». Per l'occasione lo abbiamo intervistato per benecomune.net