Elogio della chimica organica

Alessandro Giuliani 03/05/2017

Probabilmente molti lettori di Bene comune non hanno mai avuto l’esperienza di dover sostenere un esame universitario di chimica organica. Si sono persi una delle occasioni più rasserenanti e purificatrici che ci sia dato di esperire in questa vita...

La riforma dell’ONU e L’Europa come laboratorio di “statualità sostenibile”

Antonio Papisca
18/05/2017

Pubblichiamo la sintesi di un contributo del professor Antonio Papisca - morto lo scorso 16 maggio - apparso nel volume, curato da Lino Bosio e Fabio Cucculelli, "Costrure l'unità della famiglia umana. L'orizzonte profetico del Cardinale Pietro Pavan (1903-1994). Un modo per rendere omaggio a questo compagno di viaggio del nostro cammino verso il bene comune.

Disarmo

Fabio Cucculelli29/02/2016

Il termine si riferisce alla limitazione o all’abolizione degli armamenti bellici attraverso un complesso di norme relative al loro uso. Viene accostato al concetto di non violenza e costituisce uno snodo fondamentale della nascita e dello sviluppo del movimento pacifista e non-violento

Gargano, Il grido della Terra di fronte alle ingiustizie

Valentino Bobbio 25/05/2017

Gli incontri Celimontani dello scorso anno, promossi dalle monache e dai monaci camaldolesi di Roma, hanno affrontato il tema dell’economia, ossia della produzione, dell’accaparramento e della distribuzione delle risorse. Obiettivo: verificare le indicazioni della Sacra Scrittura per costruire spazi di giustizia in cui l’economia possa rispondere ai bisogni delle persone

Intervista a Luciano Gallino: "Contro la precarietà. Una politica globale del lavoro"

Pubblichiamo di nuovo un'intervista a Luciano Gallino, scoparso lo scorso 8 novembre, apparsa su Formazione & Lavoro nel 2008. Vogliamo ricordare così uno dei più grandi sociologi italiani a cui spesso abbiamo fatto riferimento

Home | Novembre 2014 Nelle mani giuste
Novembre 2014 Nelle mani giuste
Pag. 1 di 1
  • Nelle mani giuste

    Riabilitare il lavoro manuale e la formazione professionale
  • Quale sistema duale?

    Dopo un decennio di crisi l’apprendistato è arrivato ad una svolta: o una profonda innovazione ne potrà garantire il futuro oppure bisognerà prendere atto dell'impossibilità di costruire anche in Italia un sistema duale. La formazione professionale potrebbe già essere l'ambito dove sperimentare percorsi di successo nell’apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, dando gambe alla realizzazione di questo sistema
  • Quando l'education si gioca tra lavoro e formazione

    L'alternanza scuola-università-lavoro potrebbe contribuire in modo rilevante alla formazione delle competenze necessarie e alla diffusione dell’innovazione partecipando più attivamente alla vita della comunità locale e nazionale. In questo modo potrebbe  perseguire in modo più efficace la sua funzione sociale e civile di rilancio di uno sviluppo economico inclusivo, equo e duraturo
  • Ripensare il modello di sviluppo

    Una domanda di lavoro povera, che esclude i giovani e che si accompagna ad una offerta formativa assolutamente inadeguata, costituiscono il principale fardello del nostro modello di sviluppo. E' necessario averne piena consapevolezza se si vogliono realizzare riforme incisive che restituiscano competitività al Paese
  • Altagamma: un'esperienza che somma creatività ed estetica

    La promozione del lavoro artigiano e manuale è una delle priorità per la Fondazione Altagamma, una realtà che riunisce imprese culturali e creative a fortissima impronta manifatturiera, che con Italia Lavoro ha dato vita al progetto Botteghe di Mestiere. Obiettivo: permettere ai giovani di imparare un mestiere e specializzarsi nei principali comparti del made in Italy
  • Enaip: la formazione e i mestieri, risorse contro la crisi

    L’esperienza di ENAIP dimostra che, proprio in tempi di crisi economica e occupazionale, di svilimento del lavoro e della conoscenza, si può continuare a fare formazione ad alto livello. Si possono costruire profili professionali coerenti e completi, adottare metodologie formative in grado di prepare i giovani, coinvolgere e accompagnare le imprese
  • Realizzare un rapporto virtuoso tra formazione e innovazione

    E’ necessario sostenere congiuntamente i sistemi formativi e di impresa, promuovendo la cooperazione e l’integrazione e  coniugando formazione e sviluppo dei sistemi professionali di settori innovativi. Per questo le istituzioni formative dovrebbero divenire centri territoriali di expertise settoriale a supporto dei sistemi professionali delle imprese
  • In rete


Pag. 1 di 1